Mercoledì 29 Giugno 2011

Violenza choc a Roma: giovane morto dopo pestaggio a Monti

Roma, 29 giu. (TMNews) - E' stato ucciso per futili motivi. Forse per degli schiamazzi. Non è ancora chiara del tutto la dinamica dei fatti. E' morto così il 29enne romano, Alberto Bonanni, picchiato selvaggiamente da un gruppo di giovani lo scorso 25 giugno e deceduto dopo alcuni giorni di coma questa mattina al policlinico Umberto I. Due, al momento, le persone arrestate: si tratta di due giovani, entrambi romani di 21 anni, che si chiamano Carmine D'Alise e Christian Perozzi. Sulla vicenda indagano i poliziotti del commissariato Esquilino e gli investigatori non escludono che possano essere presto individuate altre persone che avrebbero partecipato alla aggressione. Alcuni testimoni che erano in compagni del ragazzo hanno raccontato che la giovane vittima sarebbe stato colpita violentemente da calci, pugni e anche con un casco da uno degli aggressori. Ma veniamo alla ricostruzione dei fatti. Siamo tra la sera di sabato 25 e la notte del 26. Bonanni, musicista, residente in via Calpurnio Fiamma, al Tuscolano, aveva appena finito di suonare in un locale del quartiere Monti, in via Leonina. Insieme a un gruppo di una decina di amici e conoscenti stava appena facendo capolino fuori del locale quando, a un certo punto, tra il gruppo di ragazzi e un residente della zona che lamenta il troppo chiasso si accende una discussione. C'è un botta e risposta a distanza. A quanto risulta senza particolari conseguenze o degenerazioni. Non è chiaro se il residente sia sceso in strada. Nella discussione si inserisce un gruppo di persone, tra cui i due giovani arrestati, che arrivano da piazza San Martino a Monti. Scoppia il parapiglia quando i due gruppi entrano in contatto senza un apparente motivo. Diversi riescono a fuggire. Il 29enne finisce invece sotto una pioggia di colpi. Cade e viene colpito con inaudita violenza. Viene trasportato in ospedale in condizioni gravissime e questa mattina il decesso. A quanto riferiscono fonti investigative, i due giovani arrestati avrebbero qualche precedente penale alle spalle, in particolare uno dei due per fatti di droga quando era minorenne.

Nes

© riproduzione riservata