Venerdì 08 Luglio 2011

Salute/ L'amante aumenta rischio-infarto, la scappatella meno

Roma, 8 lug. (TMNews) - Adulteri attenti: avere l'amante, specie se da lunga data, può avere uno sgradevole "effetto collaterale": aumenta il rischio di infarto. Lo rivela uno studio italiano pubblicato a giugno 2011 sull'International Journal of Andrology che, per la prima volta, mette in relazione la durata del rapporto clandestino con i rischi per la salute. Le scappatelle risultano meno dannose quando non c'è più sentimento nei confronti della moglie tradita, codice rosso invece per chi è infedele ad una donna che lo ama. In estate aumentano le opportunità di vivere avventure fuori dal matrimonio che, da occasionali, possono trasformarsi in vere e proprie relazioni - spiega Mario Maggi, direttore della Sodc di medicina della sessualità e andrologia presso l'Aou Careggi di Firenze e coordinatore dello studio - ma pochi sanno che ci possono essere pericoli per la salute. La nostra ricerca ha dimostrato che il tradimento è un fattore di rischio indipendente di problemi cardiovascolari. Ed è più dannoso per chi mente a una partner cui è legato da un forte sentimento: il rischio triplica". Negli uomini fedeli sembra che il testosterone svolga un ruolo protettivo e favorente la salute sessuale - continua il professore - sempre che la coppia sia affiatata fisicamente e psicologicamente. Una vita sessuale insoddisfacente si associa invece ad un aumento delle patologie cardiache". E si tratta di una condizione comune a circa il 20% degli italiani, come risulta da una recente indagine di Doxapharma.

Red/Apa

© riproduzione riservata