Venerdì 08 Luglio 2011

Crisi/ Resta tensione su bond Eurozona, record spread Btp-bund

Roma, 8 lug. (TMNews) - L'effetto combinato delle perduranti tensioni sui rischi di debito tra i paesi della periferia dell'area euro, e dati deludenti dall'industria dell'Italia, a fronte dei rafforzamenti di quelli della Germania, ha spinto stamattina ad un nuovo massimo il differenziale (spread) di rendimento tra titoli di Stato italiani e bund tedeschi. Tra Btp a 10 anni e equivalenti tedeschi ha raggiunto 228 punti base nei primi scambi mattutini, secondo i dati di Bloomberg, superando lievemente il primato di 225 punti base toccato ieri. Materialmente significava che in quel momento, per trovare acquirenti disposti ad assumersene il rischio, i Btp decennali già scambiati sul mercato dovevano offrire un rendimento di 2,28 punti percentuali superiore agli equivalenti tedeschi. Successivamente, a tarda mattina, lo spread si ridimensiona a 223 punti base, secondo i dati Tradeweb. Su queste emissioni i rendimenti si muovono nella direzione specularmente opposta al prezzo: quando questo cala i tassi retributivi ne risultano aumentati. E conseguentemente gli sviluppi che tendono a deprimere le quotazioni di questi bond fanno salire i rendimenti. Stamattina l'Istat ha riferito una dinamica più debole del previsto dalla produzione dell'industria di maggio, un meno 0,6 per cento dal mese precedente, laddove dalla Germania continuano a giungere dati solidi: oggi quelli sull'export, che a maggio è cresciuto del 4,3 per cento, mentre negli ultimi due giorni sono state riferite dinamiche positive anche su produzione e ordini dell'industria. (segue)

Voz

© riproduzione riservata