Venerdì 08 Luglio 2011

Strauss-Kahn/ Aubry: Su discesa in politica tocca a lui decidere

Torino, 8 lug. (TMNews) - Non e' vero che il partito socialista francese e' stato prudente nei confronti dell'"Affaire Dsk". Parola di Martine Aubry, leader dei socialisti francesi, che oggi ha incontrato a Torino il segretario del Pd, Pierluigi Bersani e il sindaco del capoluogo piemontese Piero Fassino. "Penso che il partito socialista francese si sia espresso tantissimo sul caso" ha detto Aubry, interpellata sulla condotta prudente dal partito da lei presieduto sulla vicenda. "Il partito ha detto principalmente cose, che avrebbe dovuto dire qualsiasi democratico e cioè: e' indispensabile e importante ascoltare le parole della giovane cameriera, pero' ricordiamoci innanzitutto che esiste la presunzione di innocenza. Ed evidentemente abbiamo fatto bene, visto cio' che e' emerso recentemente" ha osservato la leader del Partito. "Abbiamo cercato anche di rimanere in un rapporto di amicizia rispetto a Dominique Strauss-Kahn, che si trova in una situazione da incubo" ha ancora spiegato la politica francese. "Allo stesso tempo abbiamo anche cercato di adottare parole di serenita' e fiducia nella giustizia". Su un eventuale ingresso di Strauss Kahn in politica in futuro, ventilato nei giorni scorsi la Aubry non si sbilancia: "per ora e' impegnato a continuare il suo processo in America, tocchera' a lui dire cosa desidera fare". "Per ora e' importante lasciarlo respirare e non strumentalizzare la vicenda come tanti cercano di fare" ha concluso Aubry.

Prs

© riproduzione riservata