Sabato 09 Luglio 2011

Guatemala/Ucciso in un agguato cantante argentino Facundo Cabral

Guatemala, 9 lug. (TMNews) - Il cantante e compositore argentino Facundo Cabral, 74 anni, è stato ucciso a colpi di mitragliatrice a Città del Guatemala. Il musicista folk, molto conosciuto in America Latina, stava per lasciare il Paese centroamericano, dove si era esibito: è stato vittima di un'imboscata questa mattina all'alba, mentre, lasciato il suo albergo, si dirigeva in auto verso l'aeroporto, dove lo attendeva un aereo per il Nicaragua. "Non so né cosa è successo, né per quale ragione, perché Facundo era conosciuto in tutto il mondo e credo che nessuno avesse interesse a ucciderlo" ha dichiarato il suo impresario, David Llanos. Cabral, colpito da numerosi proiettili, è morto sul colpo. Un'altra vettura, con a bordo le guardie del corpo del cantante, è stata colpita da circa 25 proiettili, ma nessuno è stato ferito. Il presidente del Guatemala, Alvaro Colom, è "costernato per questa vigliacca aggressione. E' triste - sono state le sue parole, riferite dall'ufficio stampa - che quest'uomo che cantava l'amore, la pace e la gioia sia stato ucciso da alcuni farabutti". Cabral, nato il 22 maggio 1937 a La Plata, era conosciuto per le sue canzoni ironiche. Quella che gli permise di diventare famoso in tutto il mondo, negli anni '70, fu "No soy de aqui ni soy de alla" ("Non sono né di qua, né di là"), registrata in varie lingue. Dopo un'infanzia difficile e la scelta di lasciare l'Argentina per il Messico con l'avvento della dittatura (1976-1983), si distinse anche per l'impegno sociale, tanto da essere nominato "messaggero mondiale di pace" dall'Unesco nel 1996. (con fonte Afp)

Pca

© riproduzione riservata