Lunedì 11 Luglio 2011

Ocse/ Ripresa area rallenta, superindice -0,2 punti, Italia -0,6

Roma, 11 lug. (TMNews) - Si indebolisce la ripresa economica tra i paesi avanzati, conferma l'Ocse in base agli ultimi risultati del suo superindice previsionale, il Composite leading indicators (Cli) che su maggio ha registrato cali per tutti i paesi del G7 salvo gli Usa, su cui comunque è rimasto al palo. Non si salvano nemmeno Cina e India, mentre sull'Italia questo indicatore ha segnato una delle flessioni più marcate, meno 0,6 punti rispetto al mese precedente, un calo analogo a quello registrato sulla Francia, laddove per l'insieme dell'area Ocse il superindice è calato di 0,2 punti. E se per l'area Ocse nel confronto su base annua il Cli segna un valore che resta positivo, più 0,8 punti, sull'Italia invece segna meno 2,7 punti, il calo più forte tra i paesi avanzati. Da mesi ormai diversi indicatori e indagini segnalano un rallentamento della ripresa, sia nei paesi avanzati che nelle grandi economia emergenti. "Il superindice - dice l'Ocse con un comunicato - segnala rallentamenti su Canada, Francia, Germania, Italia, Gran Bretagna, Brasile Cina e India". Su Usa, Russia e Giappone la recente evoluzione del superindice, secondo l'Ocse, si è mostrata compatibile con possibili svolte del ciclo economico. Anche secondo questa indagine dell'ente parigino, la tendenza all'indebolimento non risparmia i giganti emergenti, che anzi segnano i cali più forti in termini assoluti. Brasile e India hanno visto il superindice segnare meno 0,7 punti su base mensile, mentre la Cina meno 0,4 punti e la Russia meno 0,1 punti. Nel confronto su base annua l'India ottiene il calo più forte, pari a meno 4,3 punti.

Voz

© riproduzione riservata