Mercoledì 13 Luglio 2011

Siria/ Obama avverte: mai più assalti a nostra ambasciata

Washington, 13 lug. (TMNews) - Il presidente Barack Obama ha ha avvertito ieri la Siria che "nessuna persona ha il diritto di assaltare l'ambasciata americana". In un'intervista trasmessa dalla Cbs, l'inquilino della Casa Bianca ha alzato i toni contro Damasco ed ha spiegato che il suo omologo siriano Bashar al Assad ha "perso un'occasione dietro l'altra" di avviare un vasto processo di riforme nel suo paese ed è sul punto di "perdere la sua legittimità agli occhi di suo stesso popolo". Interpellato sull'attacco alla sede diplomatica Usa a Damasco, nei giorni scorsi, Obama ha garantito che gli Stati Uniti hanno "inviato un messaggio chiaro sul fatto che nessuno ha il diritto di assaltare l'ambasciata". "Adotteremo tutte le misure necessarie per proteggere la nostra ambasciata. Credo che (i siriani, ndr) abbiano recepito questo messaggio", ha aggiunto Obama. Più in generale, ha insistito il presidente Usa, "credo che sempre più il presidente Assad stia perdendo la sua legittimità agli occhi del suo popolo". "Ha perso un'occasione dietro l'altra di presentare un reale programma di riforme. E questa è la ragione per la quale operiamo a livello internazionale per fare in modo di mantenere la pressione, per vedere se possiamo raggiungere un vero cambiamento in Siria", ha concluso Obama. (fonte afp)

Coa

© riproduzione riservata