Mercoledì 13 Luglio 2011

Roma, usura e estorsioni a imprenditori e vip: 11 arresti

Roma, 13 lug. (TMNews) - Maxi operazione della polizia a Roma contro un giro di usura, riciclaggio ed estorsioni da decine di migliaia di euro a settimana. Oltre 400 agenti, coordinati dal capo della squadra mobile Vittorio Rizzi e dalla Direzione distrettuale antimafia della capitale, hanno eseguito 11 arresti e le perquisizioni. Coinvolto un centinaio di vittime, tra cui medici, imprenditori, commercianti e personaggi dello spettacolo. Il gip del Tribunale di Roma ha disposto su richiesta del procuratore distrettuale Giancarlo Capaldo e dal sostituto procuratore Francesco Minisci, il sequestro di 10 immobili, 9 società, 12 automezzi, decine di conti correnti bancari e tre circoli dove si praticava il gioco d'azzardo. L'operazione è stata rivolta nei confronti di personaggi un tempo affiliati alla Banda della Magliana, tra cui Sergio De Tomasi, destinatario di una misura cautelare. "Ma il suo coinvolgimento non deve causare fraintendimenti: un tempo era vicino alla Banda, ora continuava a operare ma solo in proprio", ha precisato Rizzi intervistato da SkyTg24. Le indagini, in corso da quasi due anni, hanno ricostruito un impressionante giro di affari, che ruotava prevalentemente intorno alla famiglia di De Tomasi, quantificabile in movimentazioni di denaro per oltre 100.000 euro a settimana. Sono ancora in corso perquisizioni anche presso locali pubblici, ristoranti, circoli e attività commerciali.

Sav

© riproduzione riservata