Domenica 24 Luglio 2011

Governo/ Fini: Maroni premier, lo sosterrebbe anche il Pd

Roma, 24 lug. (TMNews) - Il governo è "confuso e paralizzato", passeggia sull'orlo del "baratro", ha perso credibilità in Europa ed è incapace di affrontare le emergenze del Paese. Serve un nuovo esecutivo con un programma ben definito: la ripresa economica e la riforma elettorale. Il presidente della Camera Gianfranco Fini, in un'intervista a Repubblica, spera nella collaborazione del Pd ed è pronto ad accettare un premier dell'attuale maggioranza. "Anche" un leghista come Roberto Maroni. "Maroni ha dimostrato di essere più consapevole di quel che sta accadendo. La Lega - afferma Fini - ha perso alle amministrative in misura maggiore rispetto al Pdl. Molti leghisti sanno che con questa situazione economica il federalismo si allontana, significa più tasse e si chiedono se il gioco valga ancora la candela". "La maggioranza che è uscita dalle elezioni - aggiunge - ha il diritto di esprimere il presidente del consiglio. Facciano un nome e noi faremo la nostra parte". Voi Terzo Polo o le opposizioni? "Parlo a nome del Terzo polo e - risponde Fini - spero che anche il Pd non si sottragga alle responsabilità. Ma a condizione che si abbandoni il libro dei sogni". Per il leader del Fli "serve un governo con un programma definito. Il rilancio dell'economia e una riforma elettorale che riconsegni agli elettori, prima di tornare alle urne, il diritto di scegliere da chi essere rappresentati".

red-eco

© riproduzione riservata