Mercoledì 27 Luglio 2011

Pd/ Bersani: Io e Gavio? Nessun illecito, querelerò chi lo dirà

Roma, 27 lug. (TMNews) - Il segretario del Partito democratico passa al contrattacco: dopo giorni di polemiche sulla questione morale per il coinvolgimento del suo ex braccio destro Filippo Penati nell'inchiesta sulle presunte tangenti a Sesto S. Giovanni e sui rapporti con l'imprenditore Marcellino Gavio, Pier Luigi Bersani scrive al Fatto quotidiano. "Il ministro delle Attività produttive - spiega - conosce tutti i principali imprenditori italiani. Li conosce, non li sceglie. Gavio, segnalandomi la preoccupazione per un contenzioso aperto con la Provincia di Milano, mi disse di non conoscere il presidente appena insediato e mi chiese di favorire un incontro con Penati. Così feci, via telefono". "Nell'evocare questo episodio - prosegue il leader del Pd - si intende forse alludere a una combine poco chiara o addirittura a illeciti che mi coinvolgerebbero? Se è così (e lo dico in tutte le direzioni) si illustri chiaro e tondo qual è la tesi e si abbia il coraggio di affrontare una sonora querela". (segue)

Bar

© riproduzione riservata