Papa:Vietato essere indifferenti davanti tragedia fame e povertà

Papa:Vietato essere indifferenti davanti tragedia fame e povertà Un dovere per i Cristiani sfamare i più deboli

Papa:Vietato essere indifferenti davanti tragedia fame e povertà
Castel Gandolfo, 31 lug. (TMNews) - Per i Cristiani "è vietato essere indifferente davanti alla tragedia di affamati e assetati". Papa Benedetto XVI ha colto l'occasione dell'Angelus domenicale da Castel Gandolfo nel giorno in cui viene ricordato il iracolo di Cristo della moltiplicazione dei pani e dei pesci per tornare ad alzare la voce per un impegno più deciso contro la fame nei Paesi più poveri del mondo."Nel Vangelo di oggi - ha detto il Pontefice salutando un gruppo di pellegrini polacchi a Castel Gandolfo, al termine della riflessione dell'Angelus interamente dedicata la significato del miracolo dei pani e dei pesci- abbiamo ascoltato il miracolo della moltiplicazione dei pani, con i quali il Signore Gesù nutre una folla affamata. Non ci dà per questo una ricetta utile a sfamare i popoli del mondo, né a risolvere il dramma della fame. Ci ricorda che è vietato essere indifferenti davanti alla tragedia degli affamati e assetati!Ci incoraggia a dare loro da mangiare, e a dividere il pane con i bisognosi. Seguendo il Cristo dobbiamo essere sensibili alla povertà dei popoli".

© RIPRODUZIONE RISERVATA