Martedì 02 Agosto 2011

Puglia/ Esplosione devasta negozio in centro a Lecce: Un morto

Roma, 2 ago. (TMNews) - Un'esplosione, avvenuta poco dopo la mezzanotte nel centro di Lecce, in via Imbriani, a pochi metri da piazza Mazzini, ha ucciso una persona, ha devastato un negozio di oggettistica, danneggiato altri due esercizi commerciali e decine di automobili che erano parcheggiate in un garage. Non si conosce ancora l'identità della vittima, ma si sa che si tratta di un 34enne incensurato di Lecce. Ignote anche le cause dell'esplosione. Anche se, stando agli accertamenti in corso, prende sempre più corpo l'ipotesi di un attentato. Secondo gli investigatori la vittima potrebbe essere proprio l'attentatore. Dai primi riscontri sembra che non si tratti di un attentato dinamitardo. I segni lasciati dalla deflagrazione lasciano pensare piuttosto ad un attentato incendiario. Il cadavere è stato ritrovato in una intercapedine che collega i negozi ad un garage in cui erano parcheggiate decine di automobili. Si pensa che l'esplosione sia stata causata dalle fiamme venute in contatto con i vapori di benzina che saturavano l'ambiente. All'interno del garage l'esplosione ha scavato una vera e propria voragine. Secondo fonti dei Vigili del fuoco, la deflagrazione poteva causare danni ben peggiori se sulla strada dell'onda d'urto ci fossero stati passanti. Una delle vetrate del negozio di articoli da regalo è stata ritrovata a più di venti metri di distanza dal locale. I Vigili del fuoco hanno messo in salvo una famiglia di turisti campani (padre, madre e una bambina di quattro anni) che risiedeva in un appartamento al terzo piano dello stabile danneggiato dallo scoppio della bomba. Nel corso delle operazioni di salvataggio, un Vigile del fuoco è rimasto ferito riportando una frattura. Sul posto ci sono le forze dell'ordine.

Xta/Nes

© riproduzione riservata