Martedì 02 Agosto 2011

Gb/ In carcere,lezioni di furto per figlio chitarrista Pink Floyd

Roma, 2 ago. (TMNews) - Ventitrè ore in cella, al fianco di detenuti che si offrono di insegnargli a rubare. Così Charlie Gilmour, il figlio del chitarrista dei Pink Floyd David Gilmour, sta scontando nel carcere londinese di Wandsworth la sua condanna a 16 mesi di prigione, inflittagli per i disordini commessi durante una manifestazione degli studenti dello scorso dicembre a Londra. "Lettera da mio figlio che è ancora sotto chiave 23 ore al giorno - ha scritto su twitter la madre, la scrittrice Polly Samson - un borseggiatore è pronto a insegnargli a rubare, ma le divise dei detenuti non hanno tasche. Sembra stia reagendo in modo eccezionale nonostante sia rinchiuso 23 ore al giorno". Quindi, rispondendo a un messaggio di solidarietà, la scrittrice afferma: "Vorrei consigliare a chiunque voglia protestare di indossare un passamontagna". Studente di storia a Cambridge, Gilmour era stato ripreso mentre si arrampicava sul Cenotafio - che ricorda i caduti di tutte le guerre - aggrappandosi alla 'Union Jack' ed era stato visto saltare sul cofano della Jaguar su cui viaggiavano il Principe di Galles e la Duchessa di Cornovaglia. Nel corso dell'udienza è emerso che il 21enne aveva LSD e valium prima di partecipare alla manifestazione. Oggi, il Daily Mail afferma che la famiglia sta valutando l'ipotesi di ricorrere in appello contro la sentenza, definita particolarmente severa rispetto ad altre condanne minori inflitte per reati più gravi. Gilmour è nato dall'unione della scrittrice con il suo primo marito, il poeta Heathcote Williams, ed è poi stato adottato dal chitarrista dei Pink Floyd dopo il matrimonio con Samson.

Sim

© riproduzione riservata