Lunedì 08 Agosto 2011

Londra/ centinaia di arresti dopo nuovi disordini

Londra, 8 ago. (TMNews) - Dopo la rivolta di Tottenham, nuove violenze hanno scosso ieri notte altri quartieri di Londra, dove gruppi di giovani si sono scontrati con la polizia saccheggiando negozi e danneggiando macchine ed edifici: gli arresti effettuati da Scotland Yard sono almeno un centinaio, mentre gli agenti feriti sono nove. In particolare a Brixton (già teatro anni fa di gravi violenze a sfondo razziale) centinaia di persone hanno saccheggiato un grande magazzino, lanciando pietre contro gli agenti; un'altra cinquantina di vandali ha causato danni a Oxford Circus, nel cuore turistico della capitale e altri scontri sono avvenuti a Enfield, Islington e Walthamstow. Secondo Scotland Yard si tratterebbe di violenze almeno in parte organizzate, anche attraverso i social network, di piccoli "gruppi mobili", spesso armati di spranghe e mascherati. "I responsabili delle violenze e dei saccheggi dovranno pagarne le conseguenze", ha dichiarato il ministro degli Interni Theresa May, sottolineando come "la violenza non abbia alcuna giustificazione" e chiedendo la collaborazione delle comunità locali per l'individuazione e l'arresto dei colpevoli. Le prime violenze erano scoppiate nella notte fra sabato e domenica nel quartiere multietnico di Tottenham, dopo una manifestazione convocata per protestare contro la morte di Mark Duggan, pregiudicato ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia. (fonte Afp)

Mgi

© riproduzione riservata