Domenica 21 Agosto 2011

Manovra/ La Russa: Governo ascolta tutti ma niente diktat

Roma, 21 ago. (TMNews) - Sulla manovra economica, "il governo vuole ascoltare tutte le proposte migliorative - che non modifichino i saldi finali - da chiunque le avanzi". Ma la condizione, dice Ignazio La Russa a Sky Tg24, è che "nessuno ponga dei diktat pensando di avere la verità in tasca e sostenendo che 'o il governo fa come dico io o non la voto". Alla fine, è "il governo che ha la responsabilità di decidere quale manovra sia la migliore per gli italiani". Il ministro della Difesa dà notizia di aver avuto oggi stesso un confronto con il sottosegretario Guido Crosetto, leader dei cosiddetti 'frondisti' del Pdl critici sulla manovra. "E' qui a pochi metri da me - dice in collegamento con Sky - E non mi piace che venga definito 'malpancista'. Lui come tutti sa che il governo vuole ascoltare tutte le proposte ma nessuno se ne abbia a male se ad alcune dirà sì e ad altre no". Commentando le parole del numero 2 del Pd Enrico Letta, secondo cui "il governo non ha coesione", La Russa dice: "Che peccato che Letta, persona intelligente, non abbia il senso di responsabilità che ha dimostrato in altre occasioni". E aggiunge: "Cosa dovevamo fare più che proporre una manovra? L'abbiamo presentata ma ora ascoltiamo le proposte dell'opposizione e anche dei singoli parlamentari della maggioranza. Non l'avessimo fatto, ci avrebbero detto che siamo sordi; lo facciamo e ci dicono che accettiamo anche le proposte contraddittorie. Valuteremo le proposte migliorative lasciandoci il diritto di scegliere quale manovra sia la migliore per gli italiani".

Mau

© riproduzione riservata