Domenica 21 Agosto 2011

Crisi/ Napolitano: Colpa mortale è debito pubblico ai giovani

Rimini, 21 ago. (TMNews) - "Lasciare quell'abnorme fardello del debito pubblico sulle spalle delle generazioni più giovani e di quelle future significherebbe macchiarci di una vera e propria colpa storica e morale". Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, al Meeting di Cl a Rimini ha chiesto una "svolta autentica" per affrontare il periodo di crisi. "Non si tratta di obbedire al ricatto dei mercati finanziari, o alle invadenze e alle improprie pretese delle autorità europee, come dicono alcuni, forse troppi". Occorre "fare i conti con noi stessi, finalmente e in modo sistematico e risolutivo".

Pat

© riproduzione riservata