Lunedì 29 Agosto 2011

Usa/ Dopo Irene Ny torna a normalità, ma mezzi ancora fermi

New York, 29 ago. (TMNews) - Dopo il passaggio di Irene, tempesta tropicale e ormai molto lontana, New York torna lentamente alla normalità. Si lavora alacremente per ridare la corrente alle famiglie ancora senza luce - in totale ieri erano circa 62.000 - e per ripristinare i trasporti pubblici, ancora fermi dopo lo stop totale ordinato sabato dal sindaco Michael Bloomberg. "Il peggio è passato. Il pericolo di allagamenti ulteriori non c'è più e gli allagamenti esistenti dovrebbero cominciare a scendere" presto, con l'abbassamento della marea, ha commentato il primo cittadino, sottolineando che il black out dovrebbe essere ancora di breve durate e che la situazione è in rapido miglioramento. Wall Street oggi sarà regolarmente aperta e anche le grandi banche da Goldman Sachs a Morgan Stanley lavoreranno regolarmente. I mercati azionari, obbligazionari e delle materie prime sono pronti a riaprire, con l'unico problema che molti dipendenti avranno difficoltà a raggiungere gli uffici a causa dei problemi dei trasporti pubblici. Tuttavia la Borsa, le banche e le società finanziarie sono in grado di funzionare con un numero minimo di dipendenti e molti possono lavorare da casa. Parole di elogio sono arrivate nel pomeriggio di ieri (la notte in Italia) dal presidente Barack Obama per "uno sforzo esemplare di buon governo" nella risposta all'uragano Irene. In una conferenza stampa insieme al responsabile del dipartimento della Sicurezza nazionale Janet Napolitano e al capo della protezione civile Craig Fugate, Barack Obama ha però avvertito che Irene "rimane una tempesta pericolosa" con "rischi di perdite di corrente elettrica in molte zone e di allagamenti" che sono particolarmente preoccupanti. "Non è finita", ha detto il presidente.

A24-Ars/Fcs

© riproduzione riservata