Lunedì 29 Agosto 2011

Sarah Scazzi/Udienza preliminare rinviata al prossimo 10 ottobre

Taranto, 29 ago. (TMNews) - E' stata rinviata al 10 ottobre prossimo l'udienza preliminare nell'ambito del processo per il delitto di Sarah Scazzi, la quindicenne uccisa il 26 agosto scorso ad Avetrana. Lo ha deciso questa mattina il gup del tribunale di Taranto Pompeo Carriere dopo una breve camera di consiglio, accogliendo la richiesta di rimessione del processo presentata dall'avv. Franco Coppi, difensore di Sabrina Misseri, nel corso dell'udienza. Carriere ha sospeso per circa mezzora l'udienza preliminare, che si è tenuta a porte chiuse con gli imputati presenti in aula, e successivamente ha emesso una ordinanza di rinvio. Insieme con la decisione di far slittare l'udienza preliminare, lo stesso gup ha disposto la trasmissione degli atti alla Cassazione, della quale attenderà la decisione sulla richiesta di rimessione del processo. L'avvocato Coppi ha presentato istanza di rimessione del processo motivandola con la incompatibilità ambientale. Nell'istanza del legale di Sabrina si legge che "l'intrusiva e costante presenza dei mezzi di comunicazione di massa sul teatro dei fatti si è combinata con lo spasmodico interesse dimostrato dalla popolazione locale per lo svolgimento delle indagini, che ha trovato espressione in svariate manifestazioni pubbliche, molte delle quali - scrive l'avv. Coppi - hanno avuto contenuto violento e intimidatorio nei confronti dei protagonisti della vicenda, attraverso le quali l'opinione pubblica locale ha mostrato di credere profondamente al coinvolgimento nell'omicidio di Sarah Scazzi di Sabrina e Cosima Misseri, ripetutamente additate come persone cattive, prevaricatrici, manipolatorie anche nei confronti di Michele e destinatarie di ogni genere di denigrazioni e intimidazioni". Alla richiesta di Coppi si sono associati anche i legali di altri imputati. Prima della richiesta di Coppi, c'è stata la costituzione di parte civile della famiglia Scazzi, in aula c'erano mamma Concetta, papà Giacomo e Claudio, fratello di Sarah, e della ex badante della stessa famiglia, la romena Maria Ecaterina Pantir, parte lesa nel procedimento in quanto Sabrina Misseri è accusata anche di calunnia nei suoi confronti. Xta

Xta/Rcc

© riproduzione riservata