Sabato 03 Settembre 2011

Libia/ Canada vuole aiutare Tripoli a gestire armi di sterminio

Montreal (Canada), 3 set. (TMNews) - Il Canada intende aiutare le nuove autorità libiche a fare in modo che le loro riserve di armi di distruzione massa "non finiscano nelle mani sbagliate". Lo ha affermato il ministro degli Esteri del Paese, John Baird. "E' importante per tutti garantire che le armi di distruzione di massa siano salvaguardate e non cadano nelle mani sbagliate", ha detto Baird, intervistato a Parigi dalla rete pubblica Cbc. In Libia esistono "importanti riserve di gas mostarda (iprite) e altre armi chimiche che erano in sicurezza da molti anni e non vogliamo che finiscano in cattive mani", ha ripetuto, auspicando che il Paese sia "smilitarizzato per avere un futuro pacifico". Quanto alla prosecuzione della missione della Nato in Libia, il capo della diplomazia canadese ha ribadito che è ancora necessario proteggere la popolazione civile, ma che spera che questo periodo possa concludersi quanto più rapidamente possibile. Infine, il Canada si è detto sempre pronto a collaborare con il Consiglio nazionale di transizione libico (Cnt) e il nuovo governo a promuovere uno stato di diritto e aiutare la redazione di una costituzione, ha garantito Baird. Per restituire al Cnt i fondi congelati al regime, serve una decisione dell'Onu e il Canada spinge a favore di una decisione del genere, ha ancora detto il ministro, rilevando che le nuove autorità devono iniziare a pagare gli stipendi della polizia e degli insegnanti. (fonte Afp)

Fco

© riproduzione riservata