Lunedì 05 Settembre 2011

Libia/ Agenti Gb salvarono Saif al Islam da minaccia di morte

Roma, 5 set. (TMNews) - I servizi segreti britannici e Scotland Yard sono rimasti coinvolti in un'operazione internazionale per proteggere il figlio prediletto da Muammar Gheddafi, Saif al Islam, da un presunto complotto per assassinarlo legato apparentemente al Qatar, uno dei due paesi arabi che partecipano alle operazioni militari della Nato contro il regime. Gli stessi apparati dello Stato britannico sono adesso coinvolti nella caccia a Saif, ancora latitante come il padre. Secondo quanto riferisce oggi l'Independent, in passato, il MI6 avrebbe contattato i colleghi francesi dopo avere ricevuto la notizia che una sospetta cellula legata al Qatar aveva pianificato l'uccisione di Saif, probabilmente a Parigi. La Francia, ricorda ancora il giornale, comunicò a Londra che l'allora "ministro dell'Interno qatariota era conosciuto per le sue simpatie nei confronti degli estremisti islamici".

Coa

© riproduzione riservata