Lunedì 05 Settembre 2011

Appalti G8/ Domani da pm Roma testi sulla casa di Scajola

Roma, 5 set. (TMNews) - Entra nel vivo l'inchiesta della Procura di Roma sulla compravendita di un appartamento nella vicinanze del Colosseo, che vede indagato l'ex ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola. Gli inquirenti ascolteranno, come testimoni, le sorelle Barbara e Beatrice Papa, che vendettero al parlamentare l'immobile al primo piano di via del Fagutale. L'accusa ritiene che Scajola, accusato di violazione delle norme sul finanziamento dei partiti, abbia acquistato la casa ed effettuato i successivi lavori di ristrutturazione, grazie a fondi messi a disposizione dall'imprenditore Diego Anemone. A seguire la trattativa fu l'architetto Angelo Zampolini. Il professionista, in passato ha confermato i termini dell'operazione. I magistrati della Capitale ascolteranno, come persone informate sui fatti, anche il notaio Gianluca Napoleone, che sancì il passaggio di proprietà e Luca Trentini, il direttore della filiale della Deutsche Bank, dalla quale furono emessi gli assegni circolari necessari. Anemone, da parte sua si è sempre avvalso della facoltà di non rispondere. I legali di Scajola, che dovrebbe essere interrogato il 21 settembre, hanno annunciato che è loro intenzione depositare una memoria difensiva.

Nav

© riproduzione riservata