Lunedì 05 Settembre 2011

Gb/ Amy lascia 3,2 milioni di dollari, ne aveva già dilapidati 21

Roma, 5 set. (TMNews) - Due milioni di sterline, ossia poco più di 3 milioni di dollari. A tanto ammontava il patrimonio di Amy Winehouse al momento della sua morte prematura, all'età di 27 anni. Lo riporta il tabloid britannico Daily Express nell'edizione online. L'artista, in possesso di alcuni immobili e due società - la Cherry Westfield e la CW Touring - dall'apice del successo fino alla tragica fine sarebbe riuscita a dilapidare 13 milioni di sterline, quasi 21 milioni di dollari. Oltre che allo stile di vita sregolato, segnato dall'abuso di droghe e alcol, il giornale attribuisce la progressiva diminuzione del patrimonio alla generosità di Amy con parenti e amici. Stando alle carte ottenute dall'Express, lo scorso novembre il valore della Cherry Westfield ammontava a circa 3,2 milioni di dollari (rispetto ai 32 milioni dell'anno precedente) mentre nello stesso periodo la CW Touring si era ridotta da un valore di 228mila dollari a soli 13mila. Winehouse è stata trovata morta nella sua casa di Camden a Londra il 23 luglio scorso, le cause del decesso non sono ancora del tutto chiare. La fortuna della cantante derivava soprattutto dal suo album Back to Black che nel 2007 vendette 1,85 milioni di copie soltanto nel Regno Unito, e vinse cinque Grammy.

Spr

© riproduzione riservata