Lunedì 05 Settembre 2011

Strage Erba/ Cassazione: Olindo e Rosa uccisero per odio

Roma, 5 set. (TMNews) - Nella 'strage di Erba' dell'11 dicembre 2006, Olindo Romano e Rosa Bazzi uccisero per "odio, grettezza e individualismo". I quattro vicini sono stati massacrati per un incontenibile risentimento nei loro confronti: Olindo e Rosa erano perfettamente capaci di intendere e volere e perciò meritano gli ergastoli inflitti in sede di merito. È quanto si legge nelle motivazioni della Corte di Cassazione, contenute nella sentenza 33070/11, depositata il 5 settembre 2011 dalla prima sezione penale e rese note dal portale Cassazione.net. Secondo la Cassazione, inoltre, i giudici hanno fatto bene ad escludere che gli assassini fossero affetti da scompensi acuti e deliranti: il gesto efferato deve infatti essere ricondotto a un meccanismo reattivo generato da sentimenti di odio covati per lungo tempo. Quanto al mancato accertamento psichiatrico - continua Cassazione.net - il collegio osserva che l'equazione fra reato molto grave e disturbo mentale non risulta istituibile perchè è frutto di uno stereotipo preconcetto.

Red/Sav

© riproduzione riservata