Martedì 06 Settembre 2011

Libia/ Accordo per Bani Walid; voci su Gheddafi in Niger

Roma, 6 set. (TMNews) - Ribelli e lealisti avrebbero trovato un accordo per evitare un bagno di sangue a Bani Walid. Al tempo stesso di moltiplicano le voci su una fuga all'estero di Gheddafi e dal Niger si segnala l'arrivo di un imponente convoglio militare libico (e qui potrebbe trovarsi il rais, con i suoi figli). L'accordo per Bani Walid sarebbe stato raggiunto in nottata. I combattenti anti-Gheddafi hanno pianificato il loro ingresso a Bani Walid senza combattere, dopo aver raggiunto un accordo con i delegati della città desertica della Libia. Al Jazeera, che cita fonti degli insorti, non ha fornito ulteriori dettagli su quando le forze dell'opposizione intendono entrare nella città a sud di Tripoli. Nel frattanto un importante convoglio di veicoli civili e militari provenienti dalla Libia ha attraversato ieri sera Agadez, una città a nord del Niger. Lo ha affermato una fonte militare. secondo voci insistenti il convoglio ospiterebbe anche il colonnello Gheddafi o i suoi figli. "E' stato visto un convoglio insolito e imponente di molte decine di veicoli entrare ad Agadez proveniente da Arlit, una città mineraria vicina alla frontiera algerina, e dirigersi verso Niamey", ha affermato questa fonte, riferendo di "voci insistenti" secondo cui Muammar Gheddafi potrebbe fare parte del convoglio. "Voci insistenti menzionano la presenza di Gheddafi o uno dei suoi figli nell'ambito di questo convoglio", ha sottolineato questa stessa fonte. Una decina di persone vicine a Muammar Gheddafi, tra cui Mansour Daw, responsabile delle brigate di sicurezza, sono arrivate due giorni fa ad Agadez (nord Niger) provenienti dalla Libia. Oltre a Daw è arrivato in territorio nigeriano anche Agaly Alambo, leader tuareg legato a Gheddafi.

vgp

© riproduzione riservata