Sabato 24 Settembre 2011

Governo/ Casini: Nostro coinvolgimento? Prima via Berlusconi

Roma, 24 set. (TMNews) - "Se Berlusconi avesse a cuore il Pdl e l'Italia sarebbe lui a fare un passo indietro, non per ritirarsi a vita privata, ma per impegnarsi a dare il suo contributo al partito". Lo ha sottolineato il leader dell'Udc, Pier Ferdinando Casini, durante un dibattito alla convention della Fondazione Nuova Italia. "Il tempo non lo avete. La credibilità dello stesso Alfano - ha aggiunto - si gioca su questo. Non credo che il Pdl avrà lo spazio per molte operazioni di plastica facciale se non avverte che questa cosa qui non sta in piedi". "Noi - ha detto ancora Casini - siamo persone serie, abbiamo rischiato di non tornare in Parlamento e adesso stiamo a vedere se c'è un candidato diverso da Berlusconi? Io non rifiuto un coinvolgimento ma deve avvenire su basi di serietà". "Per essere credibile il discorso di un rapporto tra noi - ha continuato il leader dell'Udc - ci deve essere il riconoscimento che di errori ne avete fatti tanti, non uno. Oggi vi siete accorti della Lega. Ma lasciando perdere il politichese, guardiamo i fatti. Chi ci guida ora ha un gigantesco problema di credibilità. Oggi la casa sta crollando, chi come voi è forza responsabile non può far finta che il problema può essere posto tra due anni. Qualsiasi manovra senza la credibilità di chi lo guida sarà quanto meno inutile".

Bac

© riproduzione riservata