Strage ciclisti/ Assicurazione liquida massimo previsto da legge

Strage ciclisti/ Assicurazione liquida massimo previsto da legge A Lamezia morirono investiti in otto.Processo alle battute finali

Strage ciclisti/ Assicurazione liquida massimo previsto da legge
Catanzaro, 14 ott. (TMNews) - In attesa che il processo contro l'immigrato che nello scorso dicembre investì un gruppo di dieci ciclisti, uccidendone otto a Lamezia Terme arrivi alle battute finali, la compagnia di assicurazioni "Fondiaria Sai" ha anticipato l'intero massimale previsto per legge di 2.576.000 euro. A darne notizie nell'edizione di oggi è il "Quotidiano della Calabria" che ricostruisce anche le fasi dell'udienza di ieri.L'immigrato marocchino Ckafik El Ketani 21 anni, era a bordo di una Mercedes lo scorso 5 dicembre quando sulla strada statale 18 investi in pieno il gruppo di ciclisti spezzando la vita a otto di loro. La Procura della repubblica di Lamezia Terme contesta al giovane marocchino (al momento agli arresti domiciliari) l'accusa di "omicidio plurimo colposo" aggravato dalla guida in stato di alterazione, visto che le analisi avevano stabilito che il magrebino aveva assunto sostanze stupefacenti prima di mettersi al volante. "Pur se nessuno somma al mondo potrà lenire il dolore dei familiari per le perdite dei loro congiunti - hanno detto i rappresentati delle parti civili, questo è il primo passo verso quella giustizia da tutti agognata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA