Domenica 16 Ottobre 2011

Omicidio Fortugno/ Grasso: a giorni possibili nuovi sviluppi

Locri (RC), 16 ott. (TMNews) - "Che ad organizzare tutto questo sia stato un semplice caposala è difficile da credere". Parole e musica di Vannino Chiti vice presidente del Senato che questa mattina ha Locri ha deposto una corona di fiori a Palazzo Nieddu del Rio, luogo dove sei anni fa fu ucciso Francesco Fortugno il vice presidente del consiglio regionale della Calabria. Ed è proprio sui mandanti dell'omicidio dell'esponente della Margherita che oggi a Locri è stato puntato il dito. Subito dopo di Chiti è stata la stessa vedova Maria Grazia Laganà, deputata del Pd che ha sollevato delle incertezze ed a chiesto a gran voce che sulla morte di suo marito venga fatta chiarezza sul cosidetto "terzo livello". A chiudere le polemiche è stato il Procuratore antimafia Pietro Grasso che nel suo intervento ha chiarito: "Gli ulteriori accertamenti sulle intercettazioni telefoniche nell'abitazione del boss Mico Libri, che pochi giorni prima dell'omicidio Fortugno aveva parlato con alcuni affiliati di una "grossa" cosa che sarebbe successa nella locride, sono concluse - ha proseguito Grasso - Ora bisogna avere pazienza e tra alcuni giorni si sapra' se quella telefonata e' legata al caso Fortugno''. Nel pomeriggio poi la conclusione della commemorazione con una messa celebrata dal Vescovo di Locri Monsignor Morosini.

fmc/cro

© riproduzione riservata