Giovedì 27 Ottobre 2011

Eni/ Utile netto III trimestre +3% a 1,77 mld, in 9 mesi -3%

Roma, 27 ott. (TMNews) - Utile netto in crescita del 3% per il gruppo Eni nel terzo trimestre del 2011 a 1,77 miliardi, ma in calo nei primi 9 mesi dell'anno a 5,57 miliardi (-3%). Nel terzo trimestre 2011, spiega Eni che ha reso noti oggi i risultato del terzo trimestre, l'utile operativo adjusted è stato di 4,61 miliardi con un incremento del 12,3% rispetto al terzo trimestre 2010. Il principale driver è stata la migliore performance del settore 'Exploration & Production' (+19,3%) trainata dallo scenario petrolifero che ha più che compensato gli effetti economici della perdita di produzione in Libia. L'utile netto adjusted è stato di 1,79 miliardi con un incremento del 7% rispetto al terzo trimestre 2010. A pesare soprattutto l'effetto Libia che ha portato nel terzo trimestre la produzione d'idrocarburi di 1,473 milioni di barili equivalenti/giorno con una flessione del 13,6% rispetto al terzo trimestre 2010 a causa della perdita di output libico per effetto della sospensione delle attività produttive nel Paese, ad eccezione del giacimento di Wafa per la fornitura di gas destinato alla produzione locale di energia elettrica. Nel terzo trimestre 2011 le vendite di gas sono state di 17,96 miliardi di metri cubi con una riduzione del 3,4% rispetto al terzo trimestre 2010 che riflette la pesante flessione dei ritiri da parte degli importatori in Italia (-70,1%) a causa dell'indisponibilità del gas libico. In calo anche i volumi venduti nel mercato domestico (-0,31 miliardi di metri cubi, pari al -4,7%).

Rbr

© riproduzione riservata