Mercoledì 02 Novembre 2011

RomaFilm/ Applausi per film sul fallimento della Lehman Brothers

Roma, 2 nov. (TMNews) - La crisi finanziaria irrompe al Festival di Roma: è stato accolto con un applauso dalla stampa "Too big too fail - Il crollo dei giganti", il film che racconta il dietro le quinte della crisi finanziaria Usa del 2008 e il fallimento del colosso Lehman Brothers. Il film è fuori concorso al Festival e verrà trasmesso in Italia venerdì 4 novembre alle 21.10 su Sky Cinema1HD. "Too big to fail" è diretto dal premio Oscar Curtis Hanson ed è basato sul bestseller di Andrew Ross Sorkin, reporter del New York Times, che svelò i retroscena della crisi. Il film è un thriller politico-finanziario con al centro Henry Paulson (William Hurt), segretario del Tesoro e ex Presidente di Goldman Sachs, che si trovò coinvolto nel tentativo di salvare dal fallimento la Lehman Brothers, che nel maggio 2008 vacillava sotto i colpi della crisi dei mutui subprime. Mentre le azioni di Lehman Brothers crollavano, e la quarta banca del Paese era sull'orlo del tracollo, fallì un accordo con una banca coreana, e Paulson cercò un accordo con le altre banche Usa perché comprassero le sue azioni. La Bank of America e l'inglese Barclay però si tirarono indietro e con loro tutte le altre banche americane e la Lehman Brothers fallì. Hanson racconta in dettaglio, in quasi due ore di film, le manovre elaborate nei feudi dell'alta finanza e nei corridoi della politica, per cercare di salvare il sistema finanziario Usa, fino all'intervento del governo che decise di fare un'iniezione di capitale nelle 9 principali banche americane pari a 125 miliardi di dollari. Un tentativo di bloccare la crisi che oggi, a più di due anni di distanza, ha mostrato tutti i suoi limiti, visto che la crisi è diventata globale e coinvolge ormai drammaticamente tutti i Paesi del mondo.

Fla

© riproduzione riservata