Domenica 06 Novembre 2011

Grecia/ Papandreou potrebbe dimettersi, verso governo coalizione

Bruxelles, 6 nov. (TMNews) - Tutti gli occhi sono puntati sul Palazzo presidenziale di Atene, dove in serata ci dovrebbe essere un incontro tra il primo ministro greco, George Papandreou, e il rivale conservatore Antonis Samaras, con il presidente della Repubblica, Carolos Papoulias. Da questa riunione, potrebbe uscire un accordo su un governo di coalizione che sblocchi la situazione in Grecia e dia il via alle riforme di rigore attese dall'Unione europea e dal Fondo monetario internazionale. Questa mattina, al termine di un vertice con il capo dello Stato, Samaras, leader del principale partito dell'opposizione conservatrice greca, Nea Demokratia, ha chiesto le dimissioni del premier. "Fintanto che Papandreou non decide cosa fare, costituirà un ostacolo a qualsiasi soluzione", ha detto Samaras. "Sono pronto a dare il mio aiuto; se il premier si dimette tutto seguirà il suo corso", ha aggiunto, pressato dallo stesso Papandreou a partecipare ad un esecutivo di unità nazionale. Da parte sua, il primo ministro socialista si è detto pronto a cedere la leadership di una eventuale nuova compagine governativa per scongiurare il rischio di un default del Paese e le minacce dei suoi partner di spingerlo verso l'uscita dall'euro. Intanto, domani, dopo una settimana al cardiopalma per la zona euro, con tutte le principali borse sulle montagne russe, i ministri delle Finanze dell'Eurogruppo si incontreranno nuovamente a Bruxelles. L'abbandono del progetto di un referendum del premier ellenico sul secondo piano di salvataggio della Grecia deciso il 27 ottobre ha fatto tirare un sospiro di sollievo ai partner di Atene anche se la situazione politica interna in Grecia resta sempre molto incerta. (Fonte Afp)

Bla

© riproduzione riservata