Venerdì 18 Novembre 2011

Siria/ Violente repressioni contro manifestanti: 11 morti

Nicosia, 18 nov. (TMNews) - E' salito a 11 morti, tra cui un bambino, il bilancio delle repressioni delle proteste oggi in Siria, dove le forze dell'esercito siriano hanno aperto il fuoco per disperdere i manifestanti che sono scesi in strada in diverse città del Paese contro Damasco. Almeno 20 i feriti. Lo hanno reso noto attivisti siriani. Contemporaneamente, la televisione di Stato ha riferito della morte di tre uomini delle forze di sicurezza in seguito a un attacco dinamitardo nella città di Hama, nel centro del Paese. Sulla pagina Facebook, i militanti pro-democrazia hanno dedicato la giornata "all'espulsione degli ambasciatori" siriani all'estero, lanciando un appello a massicce manifestazioni, che come ogni venerdì da marzo, sono cominciate dopo la preghiera settimanale. Cortei e assembramenti sono stati organizzati a Daraa, Homs, Deir Ezzor (est), Idleb e nella provincia di Damasco, hanno riferito le organizzazioni non governative a difesa dei diritti umani in Siria. Intanto, secondo quanto riferito dalla Bbc, la Siria ha deciso di consentire l'ingresso di una missione della Lega araba per verificare la reale volontà del regime di Damasco di mettere fine alla violenta repressione contro l'opposizione e avviare un processo di pace. Mercoledì scorso, la Lega Araba ha dato alla Siria tre giorni di tempo per cessare la repressione, minacciando Damasco di sanzioni economiche. (Con fonte)

Bla

© riproduzione riservata