Venerdì 25 Novembre 2011

Crisi/ Visco: Per riequilibrio duraturo dei conti serve crescita

Milano, 25 nov. (TMNews) - Per un riequilibrio strutturale e duraturo dei conti pubblici è necessario che il Paese torni a crescere, perchè gli interventi adottati da quest'estate hanno sì contribuito a migliorare i nostri conti ma non sono sufficienti. E' quanto ha affermato il Governatore della Banca d'Italia, Ignazio Visco, nel corso del suo intervento al XXX Congresso nazionale dell'Associazione italiana dei Magistrati per i Minorenni e per la Famiglia. "Gli interventi adottati dall'estate miglioravano i conti pubblici ma non erano sufficienti - ha affermato - per un riequilibrio strutturale e duraturo è necessario che il Paese torni a crescere". "Il difetto di crescita italiano - ha spiegato Visco - è in buona parte riconducibile al ritardo e alle incertezze con cui il sistema produttivo ha risposto negli ultimi vent'anni alle sfide dell'innovazione tecnologica, dell'affermarsi sulla scena mondiale di nuove economie, del deciso aumento dell'integrazione europea. L'ingresso nell'unione monetaria ha fatto venir meno gli effimeri guadagni derivanti dalla svalutazione nominale del cambio, ci ha imposto un maggior rigore fiscale per rispettare i patti europei".

Rar

© riproduzione riservata