Lunedì 28 Novembre 2011

Crisi/ Banche europee a corto fondi con crollo emissioni

Roma, 28 nov. (TMNews) - Si aggrava la crisi di liquidità delle banche europee che incontrano sempre maggiori difficoltà ad approvigionarsi di capitali con emissioni obbligazionarie a causa della crisi dell'euro, con conseguenze negative anche sull'erogazione di crediti alla clientela. Secondo dati elaborati dalla Dealogic per conto del Financial times quest'anno gli istituti di credito del Vecchio continente hanno collocato proprie obbligazioni per 413 miliardi di dollari, equivalenti ad appena due terzi dei 654 miliardi che dovrebbero essere rimborsati agli investitori nel 2011. In pratica le banche europee nel loro complesso presentano un 'buco' di 241 miliardi di dollari nel funding per quest'anno e si tratta - sottolinea il quotidiano londinese - della prima volta in cinque anni che gli istituti di credito dell'area non sono riusciti nel loro complesso a rimpiazzare le obbligazioni in scadenza. Intanto lo stesso Financial Times rivela che, nell'ambito di questo processo complessivo di riduzione della leva finanziaria, Bnp Paribas, la maggiore banca di eurolandia per attività, starebbe valutando la vendita di un portafoglio di private equity per oltre 700 milioni di dollari. Nessun commento al giornale da parte dell'istituto.

BOL

© riproduzione riservata