Mercoledì 30 Novembre 2011

'Ndrangheta/ Gip di Palmi "corrotto" con viaggi e escort

Milano, 30 nov. (TMNews) - Il gip di Palmi Giancarlo Giusti, perquisito e indagato nell'ambito dell'inchiesta milanese sulla 'ndrangheta, sarebbe stato corrotto con uuna serie di viaggi e soggiorni a Milano pagati dall'associazione con l'utilizzo di una ventina di escort diverse. Gli inquirenti stanno cercando di capire che cosa il giudice avrebbe dato in cambio al boss Giulio Giuseppe Lampada. L'altro giudice coinvolto nella vicenda, Giuseppe Vincenzo Giglio, arrestato, invece, sarebbe stato corrotto favorendo la carriera della moglie Alessandra Sarlo, dirigente della Provincia diventata commissario straordinario della Asl di Vibo Valentia, Asl poi inquisita per mafia. Sono questi i particolari che emergono dall'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip di Milano Giuseppe Gennari che riguarda 9 persone finite in carcere e una ai domiciliari. Il consigliere regionale Giuseppe Morelli per contrastare le voci che lo indicavano come indagato si rivolgeva al cugino il giudice Giuseppe Vincenzo Giglio che acquisiva notizie riservate e poi gliele comunicava mandando un fax da un bar tabacchi all'altro.

Frk

© riproduzione riservata