Giovedì 15 Dicembre 2011

Hdc/ 13 condanne, 7 assoluzioni, risarcimenti per 5,2 milioni

Milano, 15 dic. (TMNews) - 13 condanne, 7 assoluzioni e risarcimenti in via provvisionale per 5,2 milioni. E' questa in sintesi la sentenza del Tribunale di Milano, seconda sezione, al processo per il crac di Hdc, la società di Luigi Crespi, ex sondaggista di Silvio Berlusconi, colui che preparò il contratto con gli italiani presentato nella trasmissione "Porta e porta" nel 2001. La pena maggiore 7 anni di reclusione è toccata a Luigi Crespi. 4 anni per il fratello Ambrogio, 4 anni e 6 mesi per la moglie Natascia. 5 anni per Andrea Marini, 5 anni e 6 mesi per Giuseppe Rochira, 2 anni 6 mesi per Ferdinando Superti Furga, 2 anni 6 mesi per Ascanio Turco, 2 anni per l'ex manager di Publitalia Fulvio Pravadelli, 2 anni 2 mesi per Massimo Mingolla e per Maurizio Novebaci, 3 anni di reclusione per Angelo Raffaele Tosto. Valerio Bello ha patteggiato 2 anni di reclusione. Tra gli assolti Fedele Confalonieri presidente di Mediaset e Alfredo Messina ex manager Fininvest ora parlamentare Pdl, che rispondevano di favoreggiamento, Enrico Maria Fagioli Marzocchi ex amministratore di Efibanca e l'ex banchiere Giampiero Fiorani.

Frk

© riproduzione riservata