Martedì 10 Febbraio 2009

Iraq; Al Maliki: è finito il tempo delle pressioni americane

Baghdad, 10 feb. (Apcom) - Il tempo delle pressioni americane sull'Iraq è finito, secondo il premier iracheno Nouri al-Maliki, che risponde così indirettamente alle dichiarazioni del vice-presidente americano, Joe Biden, che ieri aveva preteso da Baghdad l'applicazione delle riforme politiche. Con al suo fianco il presidente francese Nicolas Sarkozy, oggi in visita a sorpresa a Baghdad, Al Maliki ha affermato in conferenza stampa: "Il tempo delle pressioni sul governo iracheno è finito e questo sa bene quali sono le sue responsabilità". "Se vi sono delle richieste per delle riforme supplementari, queste sono compito del governo e del parlamento iracheno", ha sottolineato. "La riconciliazione nazionale sta compiendo il suo corso in Iraq. Siamo all'ultima tappa di questa riconciliazione", ha aggiunto. Venerdì scorso Biden aveva dichiarato che gli Stati uniti saranno "più esigenti" con gli iracheni e cercheranno di "spingerli ad occuparsi" delle questioni politiche. "La nostra amministrazione - aveva aggiunto il vicepresidente - deve rimanere profondamente implicata, e non solo per rispettare l'impegno di ritirare le nostre truppe secondo una sequenza scadenzata". Biden si era comunque congratulato per il corretto svolgimento delle elezioni provinciali in Iraq, un segnale di progresso sulla strada della democrazia nel Paese. Nel corso della sua visita, la prima di un capo di stato francese in Iraq dalla caduta di Saddam Hussein nel 2003, Sarkozy ha incontrato anche il presidente iracheno, Jalal Talabani. Della delegazione francese faceva parte anche il ministro degli Esteri Bernard Kouchner.

Fcs

© riproduzione riservata

Tags