Giovedì 19 Febbraio 2009

Crisi economia; Berlusconi-Brown: 3 impegni insieme per ripresa

Roma, 19 feb. (Apcom) - Intraprendere "ogni azione necessaria per restaurare la fiducia, stabilizzare i mercati" e aiutare famiglie e imprese "a superare la recessione globale"; "riformare e rafforzare il sistema finanziario ed economico globale per garantire che una simile crisi non si ripeta" e "riportare l'economia globale sul binario di una crescita sostenibile low-carbon, a bassa emissione di gas serra". E' la ricetta anti-crisi, sintetizzata in tre impegni annunciati al Sole 24 ore, secondo il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi e il premier britannico Gordon Brown, che oggi si incontreranno a Roma. I due primi ministri sottolineano che "mai è stata così grande la necessità di dialogo globale e di una azione coordinata" per "fare fronte alla crisi". Ma dopo la "risposta d'emergenza" alla crisi, è ora "necessario" che i leader riuniti al vertice di Londra "convergano per rafforzare il coordinamento internazionale e contribuire così alla ripresa della crescita economica globale". Insomma, a Londra "dovremo cercare di concordare una Carta dei principi per la regolamentazione e la supervisione finanziaria" e la Maddalena "sarà l'occasione per andare anche oltre con l'adozione di un insieme condiviso di principi e regole comuni sulla correttezza, integrità e trasparenza delle attività economiche e finanziarie internazionali". Avendo chiaro che questa crisi non può farci "arretrare rispetto alla globalizzazione" e puntando all'obiettivo di "un sistema finanziario ed economico internazionale per il ventunesimo secolo" che sia "fondato su economie aperte e non protette". Secondo i due leader, di fronte a una crisi globale, "è di vitale importanza che agiamo insieme". Poi, avvertono: "Per essere efficace la ripresa richiede non solo interventi governativi coordinati, ma anche il pieno contributo del settore privato. I nostri due vertici devono restaurare la fiducia e dare un forte segnale perchè le banche continuino a garantire il credito e consentano alle imprese di investire nel futuro. Per riuscirci - sottolineano Brown e Berlusconi - dobbiamo coinvolgere le principali economie emergenti". Solo lavorando insieme si può combattere la crisi e trovare le migliori risposte: "Siamo sicuri - concludono - che le troveremo".

Grb

© riproduzione riservata