Giovedì 19 Febbraio 2009

Francia; Scoperto relitto della corazzata francese "Danton"

Roma, 19 feb. (Apcom) - La corazzata francese "Danton" venne silurata nel 1917 da un sommergibile tedesco, affondando con 295 uomini a bordo compreso - a detta degli storici - il capitano Delage, che fedele alla tradizione non abbandonò la tolda della nave: il relitto è stato scoperto al largo della Corsica ad oltre mille metri di profondità nel corso delle ricerche per la posa del gasdotto che unirà l'Algeria alla Sardegna. Come riporta il sito della Bbc, il relitto si trova in ottime condizioni e il governo francese è già intervenuto perché il sito sia dichiarato area protetta: la corazzata si trova ad alcuni chilometri di distanza dalla posizione presunta dell'affondamento, ma i tecnici della Fugro - l'azienda che conduce i rilevamenti - hanno spiegato che le moderne tecniche di posizionamento Gps sono più precise del sestante in uso all'epoca. Colpita dall'U-Boot U-64, La "Danton" si capovolse varie volte prima di adagiarsi sul fondo, perdendo parte delle sovrastrutture: molte delle torrette sono ancora intatte e proprio la distribuzione dei cannoni ha permesso di identificare al di là di ogni dubbio il relitto della nave, una delle più moderne in servizio nella Marina francese all'epoca della Prima Guerra Mondiale. Varata nel 1909, lunga 150 metri e con 19mila tonnellate di stazza, la "Danton" trasportava oltre un migliaio di marinai, molti dei quali parte dell'equipaggio di altre unità con cui la corazzata avrebbe dovuto riunirsi a Corfù: la maggior parte delle persone a bordo venne salvata da un incrociatore di scorta.

Mgi

© riproduzione riservata