Giovedì 19 Febbraio 2009

'Ndrangheta; Sequestrati terreni e ville ai Cannizzaro-Daponte

Roma, 19 feb. (Apcom) - La polizia di Lamezia Terme e la squadra mobile di Catanzaro hanno sequestrato terreni e ville riconducibili al noto pluripregiudicato Mario Chieffallo, classe 59enne, sorvegliato speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza per tre anni (a partire dal 2006), inserito a pieno titolo nella consorteria criminale "Cannizzaro-Daponte" di Lamezia Terme. Il sequestro e la confisca sono stati disposti dal Tribunale di Catanzaro, presieduto dal giudice Pietro Scuteri, ai sensi della normativa antimafia, perché illecitamente accumulati attraverso il riciclaggio di denaro sporco e il reimpiego dei proventi derivanti dai traffici illegali. Chieffallo è considerato un "addetto alla lavorazione delle armi" e quindi un fornitore agli affiliati della cosca di appartenenza. Gli agenti hanno posto i sigilli a un fabbricato a in viale dei Bizantini (quattro piani fuori terra con tre magazzini a uso commerciale e nove appartamenti per ciascun piano); un terreno con sovrastante fabbricato in corso di costruzione in Contrada Guerrieri Serra di oltre 4mila metri quadrati) su cui nel 1998 è stata avviata la costruzione abusiva di un fabbricato su due livelli, di 200 metri quadrati, a nome di sua moglie che ne ha richiesto sanatoria presso l'ufficio tecnico del Comune di Lamezia Terme; infine di una villa con terreno in Contrada Fiala a Lamezia Terme, di proprietà della figlia di Chieffallo.

Cep

© riproduzione riservata