Giovedì 19 Febbraio 2009

Fmi potrebbe tagliare ancora previsioni economia mondiale

Parigi, 19 feb. (Ap) - Nuvole ancora più scure si addensano sull'economia globale. Il Fondo Monetario Internazionale potrebbe rivedere ulteriormente al ribasso le recentissime previsioni, rese note solo tre settimane fa, secondo le quali quest'anno il Prodotto interno lordo globale aumenterà solo dello 0,5%: il più basso livello dalla fine della seconda guerra mondiale. A non scartare tale eventualità è lo stesso direttore dell'istituzione di Washington, Dominique Strauss-Kahn che, dopo la prima drastica revisione operata dai suoi economisti (solo a novembre la stima di incremento del Pil mondiale era pari al +2,2%) preannuncia ulteriori sviluppi negativi. "Le informazioni che sono state pubblicate non stanno andando nella direzione giusta. E non possiamo escludere" che le prossime previsioni, ha detto parlando a margine del forum sulla competitività di Parigi, "siano meno felici". Il numero uno dell'istituzione di Washington ha in particolare avvertito che il 2009 sarà "difficile" e che per i Paesi poveri potrebbe addirittura poter diventare una "questione di sopravvivenza" per molti. "Non bisogna solo guardare alle cifre economiche - ha detto - bisogna anche guardare agli uomini e alle donne che stanno soffrendo perchè i posti di lavoro stanno scomparendo e le retribuzioni sono più deboli". In una conferenza stampa tenuta insieme al segretario generale dell'Ocse, Angel Gurria, Strauss-Kahn ha voluto ricordare che "non esistono soluzioni nazionali per una crisi che è globale", e ha aggiunto che la cosa più importante è far ripartire il mercato del credito. "La cosa più importante - ha detto Strauss Kahn - è oggi quella di pulire i bilanci delle banche e di far svolgere al settore creditizio il suo ruolo nelle politiche di crescita".

BOL

© riproduzione riservata