Nucleare, Scajola: Scelta obbligata per non restare senza energia

Nucleare, Scajola: Scelta obbligata per non restare senza energia Governo fisserà criteri e imprese sceglieranno siti impianti

Nucleare, Scajola: Scelta obbligata per non restare senza energia
Roma, 25 feb. (Apcom) - Il ritorno al nucleare è una sceltaobbligata per far sì che l'Italia non resti a secco di energia. Asostenerlo è il ministro dello Sviluppo economico, ClaudioScajola, in un'intervista a 'La Repubblica'. "La 'guerra del gas'tra Russia e Ucraina" e "l'urgenza di ridurre l'inquinamento percombattere i cambiamenti climatici ci obbligano a diversificarele fonti di energia ricorrendo anche al nucleare", affermaScajola.Quanto ai prossimi passi, il ministro sottolinea che si va verso"l'approvazione del disegno di legge 'Sviluppo', l'istituzionedell'Agenzia di sicurezza nucleare e la deliberazione del Cipe.Penso che l'Agenzia potrebbe entrare in funzione entro la finedell'anno e diventare operativa già nel 2010". Sul fronte deisiti che ospiteranno le centrali nucleari, il ministro spiega:"abbiamo previsto che sia il governo, con decreti legislativi daadottarsi entro sei mesi dall'approvazione della legge, adefinire il regime autorizzatorio e i criteri per lalocalizzazione delle centrali. Dopodichè, saranno le impreseenergetiche che individueranno i siti". Quanto alla possibilitàdi dare priorità ai luoghi che in passato ospitavano centralinucleari, Scajola assicura: "premesso che stiamo accelerando losmantellamento delle vecchie centrali nucleari, se i siti avrannoi requisiti previsti dalle nuove norme potranno essere presi inconsiderazione".

© RIPRODUZIONE RISERVATA