Giovedì 26 Febbraio 2009

Battisti; In una lettera alla Corte Suprema: "Non ho mai ucciso"

Rio de Janeiro, 26 feb. (Apcom) - "Non sono responsabile per nessuno degli omicidi di cui sono accusato". Lo scrive Cesare Battisti in una lettera inviata oggi al Supremo Tribunale Federale che entro il mese di marzo deve decidere se ritenere valido l'asilo politico concesso all'italiano dal ministro della giustizia Tarso Genro. In una lettera di 19 pagine scritta di pugno e letta oggi pomeriggio al Senato dal senatore Eduardo Suplicy, Battisti afferma di non aver mai ucciso. "Sono stato costantemente utilizzato come un capro espiatorio da parte dei pentiti" afferma. Nella lettera Battisti si dice inoltre disposto a confermare di fronte alla Corte Suprema tutto quanto affermato nella lettera. Si dice inoltre disposto "ad affermare ai familiari delle quattro vittime, occhi negli occhi, di non aver ucciso i loro cari", ha scritto l'ex-terrorista italiano.

Ari

© riproduzione riservata