Domenica 01 Marzo 2009

Corsa scudetto, la Juve non molla e ora spera nella Roma

Roma, 1 mar. (Apcom) - C'è voluta una deviazione dell'ex di turno, Manuele Blasi, su una conclusione non irresistibile di Claudio Marchisio al 44' del primo tempo, ma l'1-0 con cui la Juventus ha regolato il Napoli nel secondo anticipo della 26.ma giornata di serie A serve soprattutto a non far calare definitivamente il sipario su un campionato fin qui monopolizzato dall'Inter. Il successo dei bianconeri, conquistato a soli tre giorni di distanza dalla sconfitta in Champions League con il Chelsea (anche a Londra è finita 1-0 per i padroni di casa), porta la formazione di Claudio Ranieri a 53 punti in classifica, sei in meno rispetto alla capolista che oggi però è attesa da un posticipo insidioso: al Meazza arriva la Roma che insegue il quarto posto. Dai giallorossi potrebbero dunque dipendere le residue speranze della Juventus di riaprire il discorso scudetto, con il Milan, ancora alle prese con il trauma dell'eliminazione dalla Coppa Uefa, che resta alla finestra. I rossoneri, al momento distanti 11 punti dai cugini dell'Inter, domani pomeriggio sono attesi dalla Sampdoria. Nel primo anticipo di giornata la Lazio aveva conquistato in casa la seconda vittoria consecutiva (sempre per 2-0), superando il Bologna, guidato in panchina dall'ex Sinisa Mihailovic, grazie a una doppietta del ritrovato Mauro Zarate. Con i tre punti ottenuti ieri i biancocelsti salgono a quota 38 in classifica, riprendendosi provvisoriamente il settimo posto. Tra i match in programma oggi vanno segnalati in particolare Siena-Genoa e Reggina-Fiorentina, entrambi fondamentali nella corsa ad un posto in Champions League.

Cep

© riproduzione riservata