Domenica 01 Marzo 2009

Crollo Barberino del Mugello, distrutta famiglia albanese- punto

Roma, 1 mar. (Apcom) - Una famiglia distrutta, probabilmente da una fuga di gas. Tre corpi senza vita sono stati trovati sotto le macerie dell'edificio interessato da una esplosione a Barberino del Mugello. Secondo quanto riferito dai Vigili del fuoco si tratta di una donna e di due ragazzi, una femminuccia e un maschio fra i 13 e i 14 anni. Il padre non era nell'edificio: si trova in Albania. I pompieri stanno lavorando per cercare di mettere in sicurezza l'area. I parenti delle vittime puntano il dito contro il proprietario dell'immobile. "Lui è uno fuori di testa, un drogato. Fino alle 4 di mattina teneva la musica, il televisore, a volume alto. E' lui il motivo della tragedia". Così ha detto un parente delle tre persone morte parlando di Tommaso Mengoni, 39 anni, proprietario dell'immobile interessato dall'esplosione. Mengoni è rimasto ferito a sua volta ed è ora ricoverato in ospedale in prognosi riservata. Anche il sindaco di Barberino del Mugello, Gian Piero Luchi, parla di "un personaggio un po' particolare, in passato c'erano stati piccoli incidenti. La signora albanese che abitava al piano superiore della palazzina aveva avvertito puzzo di gas e lei stessa ha dato l'allarme". Si indaga infatti sulle cause del crollo e l'ipotesi più probabile sembra la fuga di gas.

Aqu/nav

© riproduzione riservata