Lunedì 02 Marzo 2009

Calcio; Inter, Paolillo: Moviola usata per screditare arbitri

Roma, 2 mar. (Apcom) - Negli ultimi anni c'è un uso della moviola orientato "a mettere in dubbio l'operato dell'arbitro". Lo sostiene l'amministratore delegato dell'Inter, Ernesto Paolillo, intervenuto sul tema commentando stamani a Radio Uno il rigore ottenuto ieri con una apparente simulazione da Mario Balotelli durante il match di campionato pareggiato 3-3 con la Roma. "La moviola è nata per chiarire, non per mettere in dubbio l'operato dell'arbitro", ha detto Paolillo: "L'uso che se ne sta facendo in questi anni sembra essere orientato a mettere in dubbio l'operato dell'arbitro - ha aggiunto il dirigente nerazzurro ai microfoni di 'Radio anch'io-Lo Sport' - l'arbitro decide in una frazione di secondo e può anche sbagliare. Ci sta che l'arbitro sbagli. Non fa bene alla categoria arbitrale, è un peccato". Il rigore ottenuto da Balotelli sul 3-1 per la Roma è stato poi trasformato dallo stesso attaccante di origine ghanese. In campo e nel dopopartita i giocatori e l'allenatore della Roma hanno duramente contestato l'operato dell'arbitro Nicola Rizzoli. Il centrocampista giallorosso Daniele De Rossi, coinvolto nell'azione che ha portato all'assegnazione del discusso penalty, ha in particolare indicato l'esistenza di "qualcosa di poco chiaro nel calcio italiano" denunciando la ripetizione di direzioni di gara contestate nei confronti tra Roma ed Inter.

Grd-Caw

© riproduzione riservata