Lunedì 02 Marzo 2009

Calcio; Pelè: Io pensionato da 1.000 euro, al cinema pago la metà

Roma, 2 mar. (Apcom) - Ha un patrimonio che, se "ben gestito", risparmierà ai suoi nipoti il "bisogno di lavorare". Ma dall'anno scorso Pelè si è registrato presso la previdenza brasiliana come ex atleta professionista e da ottobre riceve una pensione mensile di "quasi 3.000 reais", ovvero poco meno di 1.000 euro. "Pagò la metà al cinema e non pago il trasporto pubblico", ha detto l'ex fuoriclasse del Santos e della nazionale brasiliana in un intervista al magazine 'Veja'. "Ma non sono diventato ricco con il calcio, come fanno i giocatori di oggi. Ho guadagnato grazie alle palestre e alla pubblicità, quando ho smesso di giocare. Ho fatto molta pubblicità", ha precisato Pelè, "ma mai per bevande alcoliche, politica, religione o tabacco. In occasione dei Mondiali del 1994 l'azienda del whiskey Johnnie Walker era disposta a pagare per stampare la mia immagine sull'etichetta delle bottiglie di Black Label, ma io non accettai". Pelè ha inoltre affermato di avere ridotto l'agenda di lavoro a partire dal 2008, l'anno in cui ha deciso di avvicinarsi alla vita del pensionato: "Prima passavo solamente due mesi l'anno in Brasile - ha detto ancora - ma voglio cambiare questo stile di vita per dedicarmi ai miei figli, al mio sito e al Litoral, la mia squadra di ragazzi a Santos. Dopo i Mondiali del 2014 voglio diventare un pensionato a tutti gli effetti, perché per diritto già lo sono".

Grd-Caw

© riproduzione riservata