Giovedì 05 Marzo 2009

Rai; Bondi: Una rete senza spot e auditel che promuova cultura

Roma, 5 mar. (Apcom) - "Svincolare una rete dal sistema di rilevazione dell'auditel e dalla pubblicità, come è stato deciso da Sarkozy in Francia". La proposta è del ministro della Cultura, Sandro Bondi che, sulle pagine di 'Repubblica', annuncia di voler chiederlo ai "nuovi vertici della Rai". "L'idea che lo Stato debba finanziare direttamente e in modo totale alcuni settori dell'arte, come il teatro - sottolinea il ministro - non solo è antistorica, ma anche inefficace economicamente. E inoltre genera una perversa sudditanza della cultura nei confronti della politica, di qualsiasi colore. Al contrario, pensare a sistemi di finanziamento indiretti, come la defiscalizzazione degli investimenti, non solo aumenterebbe le risorse ma libererebbe energie". Per questo, per il ministro della Cultura, "una rete svincolata dall'auditel permetterebbe di sperimentare nuovi linguaggi e nuovi format e consentirebbe a maggior ragione la messa in onda di temi ignorati come quelli della cultura". Ssa

MAZ

© riproduzione riservata