Lunedì 09 Marzo 2009

Pd, Bersani: Franceschini libero di candidarsi alle primarie

Roma, 9 mar. (Apcom) - L'elezione di Dario Franceschini alla segreteria del Partito democratico non è frutto di "nessun patto segreto". Lo dice Pier Luigi Bersani, l'unico tra i big del Pd ad essersi già proposto per la leadership in vista del congresso. Intervistato dalla Stampa, Bersani nega che Franceschini si sia impegnato a non candidarsi alla segreteria dopo il periodo di transizione nel quale gestirà il partito: "Non c'è nessun patto di nessun genere", afferma, contestando la riduzione delle vicende interne al partito ad un problema di leadership. "Occorre convincersi - spiega - che in un grande partito non può esserci separazione tra leadership, il progetto organizzativo, il profilo culturale e le idee che porti. Se non abbiamo fatto le primarie improvvisate, è perché ci siamo tutti convinti che non può più essere così". Quanto all'attuale segretario, "deciderà Dario cosa fare", aggiunge l'ex ministro dello Sviluppo economico nel Governo Prodi. "E mi pare chiaro che se vorrà partecipare alle primarie, nessuno potrà impedirglielo".

Bar

© riproduzione riservata