Lunedì 09 Marzo 2009

Immigrati; Papa: No a discriminazioni, ma rispettare legalità

Roma, 9 mar. (Apcom) - Il Papa condanna "ogni forma di intolleranza e discriminazione" ma, affrontando il tema dell'immigrazione in un discorso rivolto al Consiglio comunale di Roma in occasione di una visita al Campidoglio, sotolinea altresì il necessario "rispetto della legalità" e "delle regole della convivenza". "Questa nostra città, come del resto l`Italia e l`intera umanità, si trova ad affrontare oggi inedite sfide culturali, sociali ed economiche, a causa delle profonde trasformazioni e dei numerosi cambiamenti sopravvenuti in questi ultimi decenni. Roma si è andata popolando di gente che proviene da altre nazioni e appartiene a culture e tradizioni religiose diverse, ed in conseguenza di ciò, ha ormai il volto di una Metropoli multietnica e multireligiosa, nella quale talvolta - ha rilevato Benedetto XVI - l`integrazione è faticosa e complessa. Da parte della comunità cattolica - ha proseguito - non verrà mai meno un convinto apporto per trovare modalità sempre più adatte alla tutela dei diritti fondamentali della persona nel rispetto della legalità. Sono anch`io persuaso, come ella, Signor Sindaco, ha affermato, che, attingendo nuova linfa alle radici della sua storia plasmata dal diritto antico e dalla fede cristiana, Roma saprà trovare - ha proseguito Ratzinger - la forza per esigere da tutti il rispetto delle regole della convivenza civile e respingere ogni forma di intolleranza e discriminazione".

Ska

© riproduzione riservata