Lunedì 09 Marzo 2009

Germania, Partito estrema destra Npd a un passo dal fallimento

Berlino, 9 mar. (Apcom) - La Npd, il principale partito di estrema destra tedesco, è a un passo dal fallimento economico. Lo ha ammesso lo stesso leader Udo Voigt, confermando così quanto anticipato dal settimanale Der Spiegel. "Ovviamente se il Bundestag vuole escluderci dal finanziamento pubblico siamo alla crisi esistenziale", ha detto Voigt a margine di un congresso regionale della Npd, svoltosi domenica. Senza i soldi del finanziamento pubblico "è minacciata l'esistenza politica del partito", aveva scritto un avvocato della formazione di estrema destra in una lettera spedita al tribunale amministrativo di Berlino e citata dallo Spiegel. Secondo il settimanale, la Npd ha entrate mensili per 30.000 euro (frutto di donazioni e quote del tesseramento), a fronte di spese per 110.000 euro. Il buco di 80.000 può essere chiuso soltanto grazie ai soldi pubblici. A causa di alcune irregolarità nel rendiconto relativo al 2007, però, il Bundestag (la camera bassa del parlamento tedesco) ha bloccato un versamento da 300.000 euro alla Npd. Il partito potrebbe essere inoltre costretto a pagare una multa fino a 1,9 milioni di euro. Già nel 2007, a causa di alcuni gravi anomalie fiscali risalenti alla fine degli anni Novanta, Berlino aveva chiesto alla formazione di restituire 870.000 euro intascati grazie al finanziamento pubblico. Come se non bastasse, la Npd è lacerata al suo interno da un lungo scontro per la successione a Voigt, visto come corresponsabile dei guai economici del partito. Alle elezioni per la presidenza nazionale, previste in primavera, Voigt dovrà vedersela con il capogruppo della Npd al parlamento regionale del Meclemburgo-Pomerania occidentale, Udo Pastoers. La Npd accede al finanziamento pubblico in quanto presente nei parlamenti regionali di diversi Laender; nel 2007 ha ricevuto in tal modo 1,45 milioni di euro.

Aal

© riproduzione riservata